Phone:  +390687824811
Mail:  

Computer quantici: il futuro dell’informatica è vicino?

By / 11/07/2017 / / 0 Comments

E’ arrivata l’epoca dei super computer? L’azienda Atos sta per lanciare sul mercato il suo computer quantico

Sempre più spesso, quando si tratta di affrontare il complesso e affascinante mondo dell’informatica, si sente parlare di strumenti e tecnologie con le quali ancora non siamo riusciti ad entrare troppo in confidenza.

Dai big data all’internet of things passando per il cloud, mai come oggi il mondo dell’informatica è in fermento e vede allargare i propri orizzonti in tantissimi campi della vita quotidiana, dall’industria alla sanità, dalla pubblica amministrazione ai servizi.

Ultimamente poi sono molteplici le previsioni riguardanti gli eventuali sviluppi futuri che il mondo dell’informatica e le tecnologie che lo compongono avranno all’interno di un lasso di tempo di meno di 10 anni.

Tra queste spesso si è parlato di intelligenza artificiale e di computer quantici. Ma di cosa si tratta esattamente?

Lo scorso 4 luglio Atos – multinazionale IT di origine francese – ha presentato in Belgio un nuovo prodotto che sarebbe già pronto per essere lanciato sul mercato nelle prossime settimane: si tratta di un calcolatore che potrebbe rappresentare il punto di svolta decisivo per la realizzazione di una nuova generazione di macchine. Stiamo parlando dei tanto osannati computer quantici e, nel caso specifico, dell’Atos Quantum Learnin Machine.

Tale macchina innanzitutto sarebbe caratterizzata da una velocità di calcolo nettamente superiore ai normali computer finora in commercio e per questo il prezzo sarebbe piuttosto elevato. Si stima possa arrivare fino al milione di euro, cosa che rende Atos Quantum Learnin Machine una macchina destinata principalmente a determinate categorie di utilizzatori come Università, laboratori di ricerca e imprese.

Ma in cosa sarebbe davvero eccezionale questo calcolatore?

Sicuramente nella differente tipologia di bit utilizzati per elaborare e memorizzare i dati: non più bit classici, ma bit quantistici in gradi di codificare lo stato quantistico di una particella permettondo di memorizzare molte più informazioni rispetto alle uniche due possibilità dei bit tradizionali.

Tra le nuove possibili applicazioni dei computer quantici c’è anche quella della sicurezza informatica: questo è un campo che gioverebbe particolarmente della nuova tipologia di computer, secondo gli esperti, e dunque potrebbe risultare particolarmente interessante per mantenere in sicurezza i dati in ambiti molto delicati come quello industriale e quello sanitario.

Vedremo se e come Atos Quantum Learnin Machine saprà cambiare il mondo dell’informatica.

 

 

Leave a reply